IL FASCISMO OGGI………………. Il fascismo non è soltanto l’adesione a ideali razzisti, che spesso prendono forma in gesti violenti verso le categorie che non corrispondono ai criteri degli aderenti, il fascismo non si esprime soltanto nel coltivare il mito dell’uomo forte, nel dedicare piazze e vie a gerarchi del ventennio o nel leggere il mein kampf di Hitler. Oggi il fascismo si esprime anche e soprattutto nell’inflessibile volontà dei politici (tutti schiavi delle banche e delle multinazionali legate alle industrie delle armi e farmaceutiche) di togliere la pelle di dosso ai cittadini riducendoli in schiavitù( a questo proposito leggi il mio post precedente). Tutti questi politici che ci governano da cinquant’anni in qua sono quindi fascisti sotto mentite spoglie. Sarebbe poi ora che tanti intellettuali di sinistra riconoscessero l’assurdità di sentirsi comunisti. Ovunque sia stato applicato, il comunismo è stato ed è orrore puro e, non diversamente dal fascismo antico o da quello moderno che si fregia della parola ” capitalismo, annienta gli individui, i loro diritti primari e ogni realtà esistenziale non conforme.   Ultimamente ho parlato con tantissime persone che andranno in pensione da qui ai prossimi dieci anni, e sono tutte assai preoccupate, giustamente, perché nonostante le tasse pesantissime pagate per un’intera vita lavorativa, in un paese ove i servizi offerti ai cittadini sono scarsissimi, quella pensione sarà da fame e non permetterà in alcun modo di poterci vivere. Sarebbero 600 o 700 euro, poco più della cifra che sarà percepita da chi non ha mai lavorato. Quella somma, come tutto il resto, è decisa dalla classe politica che governa l’Italia da quarant’anni qua, il cui unico intento è ridurre in schiavitù la popolazione. E vorrebbero il mio voto!!! Ignobili